#vitadelleopere featuring auroraMeccanica

Feb 16, 2016 in In primo piano, news

Il collettivo artistico AuroraMeccanica ha avviato una collaborazione con il progetto la Vita delle Opere per sperimentare i punti di intersezione tra le sperimentazioni degli artisti legate agli strumenti digitali e la narrazione della storia conservativa delle opere d’arte.

AuroraMeccanica è uno studio di produzione audiovisivi fondato a Pisa nel 2007, è composta da Fabio Alvino (1988), Roberto Bella (1983), Carlo Riccobono (1982), un Foggiano, uno Spezzino e un Milanese.

Nel gennaio 2008 aurora si trasferisce a Torino dove apre, insieme ad altri artisti, l’Ohne Titel Lab, laboratorio indipendente di ricerca artistica sito nel cuore del quartiere San Salvario.
 Un vario e tortuoso percorso da autodidatta a cavallo tra sperimentazione tecnologica, ricerca estetica ed impegno sociale, porta il gruppo verso ambiti di carattere artistico: i lavori si concretizzano prendendo forma di installazioni interattive. L’estetica e la poetica si esprimono attraverso una partecipazione attiva del pubblico, stupore e coinvolgimento emotivo non sono il fine ultimo dei lavori ma diventano chiavi di lettura per una profonda riflessione etica prima che estetica del lavoro.

Per il progetto La vita delle Opere auroraMeccanica si pone come tassello di ricerca. Un complesso lavoro di narrazioni, di sovrapposizioni di sguardi e di intrecci di storie che attende di essere raccontato. La struttura del progetto spinge verso la strada dell’esplorazione: scavare nella materia delle Opere d’arte per riemergere con una storia impalpabile da raccontare; l’intento è di immaginare una restituzione evocativa e partecipativa quanto storicamente e scientificamente ineccepibile.

In occasione della giornata di studi tenuta al Centro di Restauro e alla Reggia di Venaria il 29 ottobre 2015 auroraMeccanica ha realizzato un’installazione video incentrata sull’Andar al Bosco di Jan Miel, opera selezionata per il prototipo della App La Vita delle Opere.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Google+0